Alto Adige

Infrastruttura di ricarica per auto

  • Accesso e pagamento
Roaming internazionale
App e carta di credito
Carte prepagate
Roaming internazionale

La rete di ricarica Neogy aderisce a Hubject, la più diffusa piattaforma di roaming europeo. I turisti abbonati ad altre reti nazionali e straniere aderenti alla piattaforma possono usare il proprio abbonamento per accedere alle stazioni di ricarica.

App e carta di credito

Nel territorio dell’Alto Adige, la rete di ricarica Neogy prevede la possibilità di pagare direttamente tramite app e carta di credito. Allo stesso modo, i clienti della rete Emotì in Cantone Ticino possono pagare tramite app a consumo previa registrazione senza doversi abbonare e senza aver bisogno della carta RFID.

Carte prepagate

Particolarmente indicata per turisti stanziali è l’offerta di Neogy, che permette di caricare il proprio veicolo elettrico e di pagare mediante carte prepagate. Le carte sono acquistabili presso i principali uffici turistici della regione e consentono una ricarica di 40 kWh o di 80 kWh.

  • Sinergia con informazioni turistiche
Cross-selling
Cross-selling

Grazie ad un’offerta speciale, alberghi, ristoranti e centri commerciali possono installare presso le loro strutture una o più stazioni di ricarica per veicoli elettrici da mettere disposizione della propria clientela. Le strutture turistiche che usufruiscono del pacchetto possono farsi pubblicità attraverso la app Neogy.

  • Business model
Soluzioni per operatori turistici
Soluzioni per operatori turistici

Alberghi, ristoranti e centri commerciali possono usufruire dell’offerta di Neogy a loro dedicata, che consente di installare presso le loro strutture una o più stazioni di ricarica per i propri clienti. Le strutture ricettive che si avvalgono dell’offerta non devono preoccuparsi del sistema di accesso e della manutenzione. Compresi nel pacchetto sono anche l’inserimento delle stazioni di ricarica nelle mappe interattive di Neogy e internazionali e la possibilità di “cross selling”, ovvero di farsi pubblicità attraverso la app di Neogy.

Infrastruttura di ricarica per e-bike

  • Caratteristiche tecniche
Ricarica senza caricabatterie
Ricarica senza caricabatterie

Presso le stazioni di ricarica Bike-Energy è possibile caricare e-bike collegandole direttamente alla colonnina senza dover utilizzare il proprio carica batterie. La connessione avviene con un cavo adattatore che si può chiedere ai punti di appoggio situati vicino alle stazioni di ricarica.

  • Accesso e pagamento
Accesso libero e gratuito
Accesso libero e gratuito

Si segnala la presenza di stazioni di ricarica gratuite e di libero accesso in tutti e tre i territori analizzati.

Itinerari e promozione turistica per i possessori di veicoli elettrici

  • Promozione del territorio
Lista di hotel e offerte per e-bike
Lista di hotel e offerte per e-bike

Sul sito turistico dell’Alto Adige è possibile vedere l’elenco degli hotel e dei pacchetti turistici dedicati alle e-bike. A testimonianza dell’attenzione prestata dalla regione per questo tipo di turismo, sul sito è presente anche un calcolatore per l’autonomia delle e-bike.

  • Promozione dell’operatore turistico
Segnalazione in home page
Segnalazione in home page

Diverse strutture ricettive nelle tre regioni oggetto di studio indicano già nella pagina iniziale del proprio sito internet la possibilità di caricare veicoli elettrici.

  • Promozione della mobilità elettrica
eTestDays
Sussidi per l’infrastruttura
eTestDays

La provincia autonoma di Bolzano è promotrice dell’iniziativa “eTestDays”, volta a incentivare la mobilità elettrica nelle aziende altoatesine. Le aziende aderenti all’iniziativa possono testare gratuitamente per quattro giorni un’auto elettrica.

Sussidi per l’infrastruttura

La provincia autonoma di Bolzano ed il Cantone Ticino offrono dei contributi sia a privati, sia alle aziende per l’acquisto di stazioni di ricarica per veicoli elettrici.

In Alto Adige le stazioni di ricarica per i privati sono sussidiabili sino all’80% della spesa ammessa, con un tetto massimo di 1’000 €. Per le aziende valgono condizioni simili, con costi sussidiabili sino al 70%.

Menu