Il progetto

Mobilità elettrica per un turismo sostenibile

Il settore dei trasporti è responsabile del 28,3% delle emissioni totali di CO2 nell’Unione Europea. Gli ambiziosi target di riduzione delle emissioni stabiliti dalla Commissione Europea prevedono il raggiungimento di un’Europa a impatto climatico zero entro il 2050 e spingono a trovare nuove soluzioni per limitare gli effetti negativi del settore dei trasporti sull’ambiente.

Con lo sviluppo di una coscienza collettiva più sensibile alle tematiche ambientali è cresciuto negli ultimi anni l’interesse verso la mobilità elettrica, che trova però ancora diverse barriere. Il progetto MOBSTER (Mobilità elettrica per un turismo sostenibile) considera gli strumenti già in uso nell’ambito dell’e-mobility e li applica in maniera innovativa al fine di incentivare la diffusione della mobilità elettrica e favorire il turismo sostenibile nelle località transfrontaliere di Italia e Svizzera.

Grazie al coinvolgimento di partner italiani e svizzeri provenienti da Alto Adige, provincia di Verbano-Cusio-Ossola e Cantone Ticino, l’iniziativa favorisce la creazione e il consolidamento di reti transfrontaliere tra imprese e altri attori che operano nel settore della mobilità elettrica al fine di migliorare la fruizione turistica e favorire l’adozione di stili di vita più sostenibili.

Gli obiettivi di progetto

MOBSTER mira a rilanciare l’economia di regioni transfrontaliere dell’arco alpino aumentando l’offerta turistica sostenibile nei territori dell’Alto Adige, della Provincia di Verbano-Cusio-Ossola e del Cantone Ticino. Nell’arco di tre anni il progetto provvederà all’installazione di infrastrutture di ricarica ed introdurrà nelle aree pilota coinvolte nuovi mezzi elettrici e prototipi innovativi.

La diffusione della mobilità elettrica nei territori selezionati contribuirà alla creazione di regioni turistiche “green” in grado di attirare turisti attenti all’ambiente e di educare turisti più tradizionali. Questi ultimi potranno usufruire di strumenti informativi dedicati e saranno oggetto di un’opera di sensibilizzazione incentrata sul tema della sostenibilità applicata al settore dei trasporti e del turismo.

Le 4 azioni

  • Coinvolgimento degli operatori di settore nel territorio

    I portatori di interesse locali sono invitati a partecipare a un Comitato Strategico con l’obiettivo di promuovere la disseminazione e la replica dei principali risultati del progetto.

  • Sviluppo tecnologico per infrastrutture e mezzi innovativi

    MOBSTER prevede l’installazione di circa 70 infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici, l’acquisto di due navi elettriche e lo sviluppo di prototipi, tra cui un veicolo per ricariche di emergenza, un posto auto coperto e una stazione di ricarica elettrica per strutture in località montane.

  • Creazione di nuovi modelli di business

    Un’attenta analisi degli aspetti economici legati alle soluzioni sviluppate dal progetto MOBSTER garantisce l’applicabilità ad altri contesti territoriali e ne assicura la replicabilità, scalabilità e redditività.

  • Condivisione e replica delle esperienze nel Territorio

    La definizione e condivisione di migliori pratiche nell’ambito della mobilità elettrica, frutto dello studio sullo stato dell’arte nelle tre aree pilota, dona un’ulteriore slancio allo sviluppo del settore.

     

I territori e le 3 aree pilota

Menu